Impianti Satellitari - Installazione Antenne - Impianti Videosorveglianza

De Grandis Paolo
Vai ai contenuti

Impianti Satellitari

L'impianto per ricezione TV Satellitare, si compone di norma da: un'antenna parabolica da 65 o 85 cm di diametro, un LNB ad uscita singola, palo o staffa di fissaggio, un ricevitore satellitare, nella maggior parte dei casi, l'antenna parabolica è puntata verso posizione satellitare Eutelsat Hot Bird a 13° Est, dalla quale si ricevono i canali TV Italiani nazionali e locali tramite la piattaforma Tivusat, oltre a quelli a pagamento di Sky.

E' possibile, aggiungendo un LNB supplementare di fianco a quello esistente ed un apposito commutatore Diseqc, ricevere anche la posizione satellitare Astra 19,2° Est, che trasmette soprattutto canali in lingua tedesca, spagnola "in chiaro" , cioè visibili a tutti senza pagare alcun abbonamento, la selezione di una posizione satellitare piuttosto che l'altra, è gestita dal ricevitore satellitare collegato alla TV, una volta impostate le istruzioni, semplicemente cambiando canale,automaticamente,  si vedranno i canali trasmessi da Hot Bird o Astra, in questo caso, l'impianto si chiama "dual feed".



Gli impianti per ricezione satellitare multiutenza, sono un'evoluzione del singolo; nel corso degli anni sono cresciute le esigenze dei fruitori della TV satellitare e naturalmente il mercato si è adeguato producendo dispositivi che rispondessero alle richieste dell'utente finale; in questo senso, esistono degli LNB a 2 - 4 - 8 uscite indipendenti che permettono di collegare nella stessa unità abitativa più ricevitori satellitari in maniera totalmente indipendente, naturalmente ogni ricevitore, ha la necessità di avere una sua linea che parta dalla parabola, alla presa SAT.


In seguito, anche sotto la spinta delle installazioni per la ricezione dei canali a pagamento Sky, è stato prodotto un LNB con uscita SCR - Unicable, questo nuovo sistema, permette con un unico cavo coassiale, di collegare fino a 4 ricevitori satellitari predisposti al funzionamento con LNB SCR, o decoder specifici forniti da Sky (My sky).   

                                                         

Al fine di evitare il proliferare di antenne paraboliche installate in facciata, su balconi, poggioli ecc.. con un pessimo risultato dal punto di vista estetico, esiste la possibiltà di realizzare un Impianto TV Condominiale Satellitare che risponde inoltre al Regolamento Edilizio Comunale del Comune di Genova,



L'impianto Condominiale "tipo" è quello realizzato con dispositivi Multiswitch:

si compone, oltre a parabola ed amplificatore di testa, di una linea di discesa a quattro cavi e ad ogni piano un dispositivo di commutazione Multiswitch al quale possono essere collegati nella configurazione standard, da due a sei utenze, a secondo dell'esigenza; questo tipo di impianto è il più flessibile in quanto, in teoria ad ogni piano si possono collegare quanti ricevitori si desideri, oltre ai vari servizi mysky, multivision ecc..

l'impianto è trasparente a tutti i segnali trasmessi, non necessita di modifiche e aggiornamenti futuri, rendendolo di fatto definitivo.

                 

Multicavo radiale

Un altro tipo di impianto condominiale da prendere in considerazione, è quello multicavo radiale, cioè l'installazione di una centralina SAT, che partendo dal tetto, serve con un cavo indipendente ogni utente; questo tipo di impianto si può realizzare nel caso in cui ad esempio ci siano già le linee di cavo presenti, che possono essere utilizzate per veicolare, miscelandoli, sia il segnale Satellitare che quello Terrestre.

Conversione IF-IF

L'impianto a conversione IF-IF, si compone di una centralina amplificatrice SAT, che filtra esclusivamente le frequenze che interessano e ne converte altre in maniera da riempire la banda IF sat, questo tipo di impianto, veniva realizzato solitamente per la ricezione dei canali pay tv di sky nella maggior parte dei casi in cui non fosse possibile aggiungere altri cavi come nel Multiswitch o Radiale ed ha i suoi vantaggi e svantaggi:


Vantaggi: ci si può collegare ad ogni presa TV dell'unità abitativa, nessuna limitazione all'installazione di ricevitori satellitari, accesso ai servizi sky mysky e multivision; il tutto funziona a patto che le prese, i derivatori e le varie parti della distribuzione siano di ultima generazione e comunque comprendano il passaggio della banda Sat almeno fino a 2150 Mhz.


Svantaggi:  limitato numero di canali ricevibili (sebbene in numero rilevante) , soggetto ad aggiornamenti periodici al mutare del numero dei canali trasmessi, criticità nel trasporto del segnale dovuto a possibili manomissioni della linea montante a seguito di smontaggio e rimontaggio errato di presa o derivatore da parte degli utenti, in quanto solitamente in cascata da un piano all'altro all'interno degli appartamenti.

Tivusat

Fuori dalle aree di copertura del Digitale Terrestre, che fare? : Il Mux 1 della Rai copre più del 99% della popolazione. Gli altri Mux Rai, hanno una copertura inferiore. Per questo, nelle aree non coperte dal Mux 1 o nelle quali l’offerta terrestre non è completa, è possibile utilizzare la nuova piattaforma satellitare gratuita TivuSat, costituita da Rai, Mediaset e Telecom Italia Media, sulla quale sono diffusi i canali televisivi gratuiti di Rai, Mediaset e La7, nonché molti altri canali non a pagamento di altri editori. La posizione orbitale è la stessa di Sky (Eutelsat Hotbird 13° est), ma il conditional access è Nagravision. La smartcard è fornita assieme al decoder. Non è richiesto alcun abbonamento agli utenti, l’uso della smartcard serve alla protezione dei diritti, cioè nel momento in cui Rai e Mediaset codificano le trasmissioni via satellite, es: partite di calcio, formula uno, film e telefilm, motomondiale ecc...
Questo per quanto riguarda l'impianto singolo, per gli impianti condominiali sono stati studiati dei sistemi di ricezione dedicati, vedi la sezione successiva alla voce : transmodulatore.
Nelle zone con poca copertura o assenza del segnale digitale terrestre, è possibile in presenza di condomini con un certo numero di appartamenti o alberghi, utilizzare il sistema di ricezione TV chiamato "TRANSMODULAZIONE".
Questo nuovo sistema, permette di ricevere via satellite Hot Bird 13° Est i canali della piattaforma tivù sat, appositi moduli di accesso professionali con lettore di tessera tivù sat installati nella centrale di testa a integrazione dell'impianto terrestre esistente o come unico impianto di ricezione, permettono di trasformare i segnali satellitari, in segnali in formato digitale terrestre, quindi essere ricevuti da tutti i televisori con decoder digitale terrestre integrato o esterno.       
            
  
PEC: degrandisp@pec.it
P. IVA 03498830102 - R.E.A.350340 - Genova
Torna ai contenuti